SHAKA INNOVATIVE BEAUTY – MASCHERA IDRATANTE

Sapete che mi ero ripromessa di fare qualche maschera in più e anche se per me mantenere il ritmo di una a settimana è già difficile, cerco comunque di non dimenticarmene.

IMG_2693 (Small)

Una delle ultime utilizzate è proprio questa della Shaka Innovative Beauty idratante con aloe vera, avena, estratto di giglio e acqua distillata di fiordaliso.

La confezione è composta da una bustina da 15 ml dotata di tappino “intelligente”, richiudibile per intenderci. Io l’ ho finita in circa 4 applicazioni quindi questo tipo di chiusura si è rivelata particolarmente adatta al mantenimento del prodotto.

IMG_2694 (Small)

E’ una maschera ad assorbimento e non a risciacquo, la consistenza è gellosa e appiccicosa e il colore è trasparente. Devo ammettere che sulla pelle la sensazione, a mio parere, non è particolarmente piacevole rimane bagnaticcia, unticcia fino a che non si assorbe. Le modalità d’ uso sono semplici: bisogna applicarla su tutto il viso, lasciarla in posa per 10-15 minuti e rimuovere gli eventuali eccessi (io li rimuovevo con l’ acqua termale).

IMG_2691 (Small)

Ne ho provata una sola bustina e mi è sembrato che in effetti l’ idratazione subito dopo l’ applicazione ci fosse e fosse anche evidente sulla pelle. E’ un prodotto che deve essere utilizzato in modo continuativo per vedere dei risultati.

E’ senza parabeni ed è dermatologicamente testata, vi lascio la foto degli ingredienti riportati direttamente sulla bustina.

Mi è piaciuta molto la profumazione fresca e delicata che permane per un po’ ma non è fastidiosa.

Il prezzo è di 1,99 euro per 15 ml e un pao di 8 mesi.

Non mi è dispiaciuta però non la ricomprerei per la consistenza e per la curiosità di provare altro magari anche della stessa marca visto che davvero ne hanno per tutti i gusti.

Avete provato queste maschere o in generale prodotti Shaka Innvative Beauty? Avete qualcosa da consigliare?

ASTRA MAKE UP – SMALTO 103 COLLEZIONE GOLD ANIMALIER

Oggi voglio parlare dello smalto che ho usato di più negli ultimi tre mesi circa, si tratta del n. 103 della collezione Gold Animalier dell’ Astra Make Up.

IMG_2689 (Small)

La boccetta è caratterizzata dal tappo che ha una fantasia animalier dorata su sfondo nero.

Il colore che ho scelto è un nude rosato scuro, adatto a qualsiasi occasione, per il lavoro, la scuola è comuque fine ed elegante. Io ho le mani molto chiare e nonostante ciò l’ effetto cadaverico è scongiurato forse proprio da quella punta di rosa scuro.

Il pennellino è di quelli larghi e abbastanza piatti e sebbene io abbia le unghie piccole mi ci trovo molto bene perché copro tutto praticamente con una passata.

IMG_2690 (Small)

E’ coprente alla prima passata come potete vedere dalla foto.

IMG_2688 (Small)

Si asciuga senza problemi e in fretta, io proprio non sopporto di dover aspettare le ore perché non ho pazienza e finisco per rovinare lo smalto appena applicato.

Lo amo, ma la caretteristica che me lo rende maggiormente caro è la durata, su di me dura anche 4 giorni senza top coat.

E’ davvero uno dei migliori smalti che io abbia provato, ha tutte le caratteristiche che cerco in un prodotto del genere, mi ha davvero stupita.

Lo rimuovo semplicemente non avendo all’ interno alcun tipo di glitter o pagliuzze.

Sinceramente non so se si possa trovare ancora ma io comunque ve lo segnalo e ve lo consiglio.

Cosa ne pensate? Avete rpovato questo o altri smalti Astra? Se si quali?

THE POINT OF reVIEW GARNIER ULTRA DOLCE – SHAMPOO RICOSTITUENTE TESORI DEL MIELE

POINT OF reVIEW-2

Siamo giunte al momento della prima recensione di gruppo e come primo prodotto è stato scelto questo shampoo  Tesori di Miele della Gernier Ultra Dolce.

IMG_2685 (Small)

In breve vi spiego come decidiamo quale prodotto verrà scelto per una recensione: un membro del gruppo lo candida e le altre dicono se sono d’ accordo o meno con la scelta, quando si raggiunge l’ unanimità si testa e si recensisce.

Questo shampoo è stato scelto da Francesca del blog Cerambijoux che nel suo post vi spiegherà il perché l’ ha proposto, io devo ammettere di averlo approvato subito perché già lo possedevo avendolo trovato in offerta.

A mio parere il packaging di questi shampoo è davvero attraente, è compatto ma curato, con tappo a scatto con la fogliolina.

Lo shampoo è di colore giallino e la consistenza è piuttosto compatta, in genere io la preferisco rispetto ad una più liquida anche se ho provato shampoo che mi hanno fatto ricredere.

IMG_2687 (Small)

Io ho utilizzato il prodotto senza diluirlo, chiaramente sui capelli bagnati, e mi sono trovata bene. Fa una bella schiuma, lava bene e si sciacqua facilmente.

Non mi appesantisce il capello, non lo unge e cosa per me molto importante non mi ha creato alcun tipo di fastidio alla cute, alcuni di voi sapranno che ho la cute molto sensibile che tende a desquamare non solo per stress ed altri fattori ma anche se entra in contatto con sostanze troppo aggressive.

Dovrebbe essere uno shampoo ricostituente adatto per i capelli fragili che si spezzano grazie alle azioni combinate di pappa reale, propoli e miele, io tutto questo non l’ ho visto e in generale mi basta che uno shampoo lavi senza darmi fastidio.

Lascio la foto dell’ inci per chi fosse interessato, sottolineando che non contiene parabeni.

IMG_2686 (Small)

Veniamo infine alla nota dolente che farà si che io non ricompri questo shampoo: la profumazione. Non sa di miele, sa di medicina, è dolciastro e nauseante. A me piace l’ odore mieloso e caramellato del Non si Mangia di Lush per farvi un esempio, ecco questo non si avvicina neanche lontanamente.

Non lo sconsiglio come shampoo perché mi sembra valido però se vi capita prima di acquistarlo date una snasata.

GARNIER ULTRA DOLCE – SHAMPOO RICOSTITUENTE TESORI DEL MIELE

quantità: 250 ml

pao: 12 mesi

prezzo: Circa 2,00 euro

E ora vediamo cosa ne pensano le mie compagne di avventura, non ci siamo scambiate opinioni quindi sarà una sorpresa anche per me, sono davvero curiosa!!!!

Bellezza in The City

sara

Mi piace un tot

Cerambijoux

Un’ estetista tra i mulini

REGALINO E RINGRAZIAMENTI

DSC_0721

Oggi volevo fare un breve post per mostrarvi il premietto che mi è arrivato oggi stesso, si tratta di uno smalto Essence Colour&Go n. 93 Best Dressed di colore viola pieno di brillantini tanto da sembrare quasi olografico.

Me l’ hanno inviato Carly e Gloria del blog L’ Esteta Risponde come riconoscimento per aver commentato più spesso nel mese di febbraio.

Ragazze grazie è stata una bella sorpresa e si,

il colore mi piace davvero tanto!

Mi permetto di pubblicare anche la vostra letterina di accompagnamento:

DSC_0722

Grazie ancora è un bel riconoscimento per i vostri lettori!
Vi piace lo smalto che mi hanno regalato?

THE POINT OF REVIEW: SPRING WISHLIST

POINT OF reVIEW-2

Prima di parlare di qualsiasi altro argomento voglio introdurvi un nuovo membro del nostro gruppo, credo che in molti la conosciate, si tratta di Kami del blog Un’estetista tra i Mulini!

Sono davvero felice che abbia deciso di unirsi a noi perché so che darà un contributo importante al progetto.

Vi lascio la sua presentazione e anche il link del post che fece per rendere nota la sua partecipazione:

Come sapete sono un’estetista di 33 anni, genovese trapiantata in Olanda e nel mio blog trovate appunto non solo prodotti, ma tutto quello che riguarda la mia professione e il paese in cui vivo!

https://estetistatraimulini.wordpress.com/2015/03/05/the-point-of-reviews-blogger-club/

Ed ora passiamo all’ argomento del post ovvero una wish list di ciò che vorremmo provare durante questa primavera che siano prodotti di skincare, bellezza, make up.

1. Il primo prodotto che mi è venuto in mente è sicuramente di Neve Cosmetics, si tratta del Pillow Lips volumizing lip balm.

pillow-lips-volumizing-lip-balm

Sinceramente io non ho un reale bisogno di aumentare il volume delle mie labbra perché mi ritengo già piuttosto soddisfatta ma non so per quale motivo questo prodotto mi ha colpita immediatamente! Vorrei proprio un aiuto per mantenere le labbra belle morbide sopratutto in questo momento particolare in cui ho dei grossi problemi di secchezza!

2. Il sapone Bianconiglio di Lush

6497-carrot-soap_WEB-1-360x360

Trovo che questo sapone sia troppo primaverile, me lo vedo già nel porta sapone! Piacerebbe anche a mia figlia Caterina e quasi quasi ce lo regalo per Pasqua.

3. Un altro prodotto Lush che vorrei provare perché dovrebbe essere il corrispondente in shampoo solido del Non si Mangia è Honey I Washed my Hair

Honey_iwashedmy_hair500-360x360

Ho davvero paura che questo shampoo possa diventare l’ ennesima dipendenza, come per altro è stato per il sapone. Se qualcuno di voi l’ ha provato fatemi sapere!!!!

4. Voglio assolutamente i pennelli per cipria e blush di Essence!

csm_49076_3d9b36f2b9              csm_49077_95cd811fa0

Ho già letto che non sono molto pieni ma non mi interessa sono troppo carini, hanno dei colori che mi piacciono e costano poco!

5. Avendo problemi di labbra secche gli Instant Light Lip Confort Oil mi hanno subito attirata

clarins-prim15-620-2

Sinceramente non saprei quale scegliere tra i due, e voi?

Allora cosa ne pensate della mia wishlist primaverile? Abbiamo qualche prodotto in comune? Avete qualcosa che vi ha colpito tra le varie collezioni che volete segnalarmi?

Io sono super curiosa di sapere cosa desiderano le mie colleghe chissà, chissà…

Vi lascio i link ai loro blog:

Bellezza in the city 

Mi piace un tot

Cerambijoux

Un’ estetista tra i mulini

TRUCCO CON ROSSETTINO H&M

La base di questo trucco è composta dal correttore HQ che non finirà mai e dal You Rebel Lite di Benefit.
Come base ombretto ho utilizzato quella mat di Zoeva.
Ho creato un ulteriore base con la matita Rock ‘N’ Roll Bride color borgogna.

Ho poi steso due ombretti mat della palette Meet Matte, il rosa Matt Chung sulla palpebra mobile, e il borgogna Matt Batali nella piega.

Ho messo la matita di Zoeva borgogna Rock ‘N’ Roll Bride come eyeliner e nella rima interna.
Sotto l’ arcata sopraccigliare ho messo il nocciola chiaro Matt Smith.

Le sopracciglia sono composte dalle matite marrone chiaro e scuro di Madina.

Il mascara è di Catrice il Better Than False Lashes.

Come blush ho usato Candid Coral di Elf
Sulle labbra ho applicato un rossettino rosso scuro, vino di H&M e sopra il Rouge Allure Gloss n. 21 distinction di Chanel.

IMG_2660 (Small)

IMG_2659 (Small)

BENEFIT – CORRETTORE FAKE UP

IMG_2392 (Small)
Possiedo questo correttore in quanto l’ ho trovato nel calendario dell’ Avvento di Benefit ed essendo super curiosa, dopo aver finito quello precedente della Maybelline, ho subito attaccato questo.

L’ ho utilizzato giornalmente, l’ ho finito e anche scavato oltre la base con un pennellino.

Il mio è una mini taglia, ma il packaging riprende quello in full size, si tratta di una confezione tipo quella di un rossetto argentata, specchiata con disegni fucsia davvero accattivante ma parlando di Benefit non è una novità.

La caratteristica che, però, lo rende particolare è che lo stick di questo correttore è composto da due anelli, uno esterno che sembra burro cacao ed uno interno di vero e proprio correttore.

IMG_2569 (Small)

Io l’ ho utilizzato in vari modi e per vari scopi fino a che ho trovato una quadra.

All’ inizio lo stendevo esclusivamente sulle occhiaie e mi sembrava che scivolasse via e che non fosse abbastanza coprente per le mie esigenze, questo perché utilizzavo un contorno occhi che andava a sommarsi allo strato esterno, risultato? la troppa idratazione non permetteva al prodotto di fissarsi.

Tentativo numero due: ho smesso di utilizzare un contorno occhi prima di truccarmi. La situazione è migliorata, la durata è aumentata notevolmente ma la coprenza risultava comunque troppo bassa e questo fino a che non ho terminato tutto lo stick che sporgeva dalla base.

Mi spiaceva buttare lo stick con ancora prodotto ma assolutamente non sarei più riuscita ad a stenderlo direttamente dalla confezione perché mi sarei graffiata, così ho iniziato ad utilizzare un pennello piatto a lingua di gatto di dimensioni ridotte. Prelevando il prodotto con il pennello le due parti si sono mischiate ed è così che sono riuscita ad ottenere la consistenza e la coprenza desiderata.

Ho utilizzato questo correttore anche sui rossori, oltre che sulle occhiaie, sempre utilizzando il pennello. La coprenza è risultata perfetta per entrambi gli scopi.

Un consiglio che mi sento di dare a chi come me all’ inizio non si è trovato bene è di utilizzare un pennello per prelevare la quantità di burro e di correttore desiderata, nel mio caso più correttore e meno burro.

La colorazione che possiedo io è la medium ed è di un color carne scuro aranciato adatto a coprire le mie occhiae violacee.

Ho provato nei vari tentativi a fissarlo con una cipria ma du di me ha fatto effetto pastone e forse poi non so si perde un po’ lo scopo del prodotto in questo modo.

L’ utilizzo di questo prodotto mi ha dato anche un’ idea su come smaltire il correttore dell’ Hq che non riesco a finire perché troppo compatto e secco: invece che un semplice contorno occhi applico una punta di olio in questo modo lo stick si ammorbidisce e riesco nel mio scopo.

In generale, dopo tutta questa pappardella, ho capito che questo correttore può essere adattato a varie esigenze ma non è assolutamente così semplice da utilizzare se si hanno delle imperfezioni.

E voi l’ avete provato? Cosa ne pensate? Vi attira questo genere di prodotto?

Le colorazioni di questo correttore sono lught, medium e deep ed ha un prezzo di 26,00 euro.